Quando una importante azienza di Verona, attiva da sempre nel settore delle confezioni di abbigliamento “made in Italy”, si rivolse al nostro Studio per verificare i propri conti correnti, non avrebbe mai potuto immaginare quello che sarebbe emerso: usura accertata per 153.000 € oltre a 191.000 € di interessi anatocistici.

Essendovi dei forti elementi a favore del cliente, tra i quali la mancata produzione dei contratti da parte dell’istituto, si decise quindi di intraprendere una causa civile nonostante il foro di competenza fosse notoriamente tra i più favorevoli agli istituti di credito.

A seguito del giudizio e ritenuta fondata la richiesta di ripetizione dell’indebito, è stata istruita una Consulenza Tecnica d’Ufficio.

Le operazioni peritali si sono interrotte quasi subito, nel momento in cui l’avvocato di controparte chiese se vi fosse spazio per una trattativa: l’azienda, forte della sua “salute” e delle liquidità dei soci, ha da subito fatto intendere che non avrebbe accettato se la proposta non fosse stata ritenuta idonea.

Dopo un reciproco ed acceso scambio di comunicazioni, si è finalmente giunti ad un accordo: 120.000 € a favore del cliente ed una concessione di credito di 200.000 € per anticipo fatture ad un tasso vantaggioso.

Se desideri una valutazione seria e professionale dei tuoi rapporti bancari, una perizia tecnica o un consulente di parte di comprovata esperienza, contattaci senza impegno e sapremo fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Lascia un commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.