Un esito positivo anche per un ristoratore bresciano che, affidandosi alla professionalità del nostro Studio, è riuscito ad ottenere una transazione favorevole da un primario istituto di credito.

La situazione iniziale vedeva un conto corrente ormai estinto da meno di 10 anni (termine oltre il quale decorre la prescrizione). A seguito di una nostra analisi è apparsa subito chiara una situazione ben differente da quella prospettata negli estratti conto bancari: dai nostri riconteggi, infatti, al netto delle competenze ritenute illegittime, veniva evidenziato un saldo ricalcolato di circa 54.000 € a favore del correntista che ben si contrapponeva al saldo bancario di zero euro per chiusura conto.

Dopo un’attenta valutazione si è stabilito di avviare presso il Tribunale di Brescia un procedimento di accertamento tecnico preventivo (ATP) ex art. 696 bis c.p.c. a seguito del quale, dopo alcuni mesi, è stata disposta una consulenza tecnica d’ufficio (CTU) volta all’accertamento delle poste indebite. In questo contesto lo studio Financelab, attraverso l’operato del proprio consulente tecnico di parte (CTP), ha motivato e discusso con le parti le ragioni sostenute ed ha posto le necessarie osservazioni alla bozza di elaborato tecnico predisposta dal CTU, il tutto per massimizzare il valore dell’importo contestato.

L’iter giudiziario, durato circa un anno (un tempo davvero molto breve rispetto ai tempi della giustizia italiana), si è concluso con una transazione (con accordo di riservatezza) di circa 45.000 € a favore del ristoratore.

Se desideri una valutazione seria e professionale dei tuoi rapporti bancari, una perizia tecnica o un consulente di parte di comprovata esperienza, contattaci senza impegno e sapremo fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Lascia un commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.